FAQ

 

I. Ricevibilità e requisiti

1. Perché presentare una petizione al Parlamento europeo?

2. Chi può presentare una petizione?

3. Su cosa può vertere una petizione?

4. Quali sono i requisiti specifici per la mia petizione?

5. Dove presentare una denuncia per cattiva amministrazione da parte delle istituzioni dell'UE
    o delle amministrazioni degli Stati membri?

6. In che lingua scrivere la petizione?

7. Come presentare una petizione?

 

II. Trattamento e seguito

8. Cosa succede alla mia petizione una volta inviata?

9. Quale seguito viene dato a una petizione irricevibile?

10. Quale seguito viene dato a una petizione ricevibile?

11. Con che frequenza si riunisce la commissione per le petizioni?

12. Quando si archivia una petizione?

13. Posso impugnare una decisione della commissione per le petizioni?

14. La mia petizione diventerà pubblica e figurerà sul Portale delle petizioni?

15. In che modo sarà protetta la mia riservatezza?

16. Petizioni rese anonime – cosa significa?

 

III. Registrazione e presentazione

17. Perché ho bisogno di un account come utente? Come faccio a crearne uno?

18. Come presentare una petizione nel Portale delle petizioni?

19. Come posso cercare le petizioni esistenti?

20. È possibile vedere i testi originali delle petizioni?

21. Vedo che la mia petizione è stata sintetizzata. Come è stata prodotta tale sintesi?

22. Perché le petizioni non sempre figurano nel Portale delle petizioni?

23. Come si scrive una petizione?

24. Quanto tempo ho a disposizione per presentare la mia petizione?

25. Allegati: quali tipi di file sono consentiti? Vi sono limiti di dimensioni?

26. Come faccio a presentare una petizione, dopo averla scritta?

27. È possibile aggiungere altri allegati dopo aver presentato una petizione?

28. Posso ritirare la petizione dopo averla presentata?

29. Come posso sostenere una petizione? Cosa significa?

30. Come posso vedere chi ha sostenuto la mia petizione?

31. Perché non posso sostenere tutte le petizioni?

32. Tutte le petizioni sono discusse nelle riunioni della commissione per le petizioni?

33. Cosa devo fare affinché il mio nome e la mia petizione figurino nel portale?

34. Cosa devo fare affinché la mia petizione figuri nel portale, senza menzionare il mio nome?

35. Quali sono i requisiti per la password?

36. Ho dimenticato la mia password. Cosa devo fare?

37. Come posso mettermi in contatto con la commissione per le petizioni in caso di domande relative alla mia petizione?

 

 

I. Ricevibilità e requisiti

 

1. Perché presentare una petizione al Parlamento europeo?

Il diritto di presentare petizioni al Parlamento europeo è sancito dall' articolo 227 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea e dall' articolo 44 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea. Tale diritto garantisce che qualsiasi cittadino dell'Unione europea o persona residente in uno Stato membro possa presentare in qualsiasi momento al Parlamento europeo, individualmente o in associazione con altri, una petizione su una materia che rientra nel campo di attività dell'Unione europea e che lo/la concerna direttamente. Qualsiasi persona giuridica (ad esempio un'impresa, un'organizzazione o un'associazione) con sede sociale nell'Unione europea può anch'essa esercitare tale diritto di petizione.

La petizione può assumere la forma di una denuncia, una domanda o un'osservazione sui problemi connessi all'applicazione del diritto dell'UE, oppure una richiesta al Parlamento europeo di adottare una posizione su una questione specifica. La tua petizione offre pertanto al Parlamento europeo l'opportunità di richiamare l'attenzione su eventuali violazioni dei diritti dei cittadini europei da parte di uno Stato membro, di un'autorità locale o di altre istituzioni.

 

2. Chi può presentare una petizione?

Può presentare una petizione:

  • qualsiasi cittadino dell'Unione europea;
  • qualsiasi persona residente in uno Stato membro dell'Unione europea;
  • qualsiasi persona giuridica con sede sociale in uno Stato membro dell'Unione europea.

Puoi presentare una petizione, individualmente o in associazione con altri cittadini o persone.

Nel caso in cui la petizione sia firmata da più persone fisiche o giuridiche, i firmatari possono designare un rappresentante e/o rappresentanti supplenti che saranno considerati i firmatari. Nel caso in cui tale designazione non abbia avuto luogo, il Parlamento europeo considera autore della petizione il primo firmatario o altra persona idonea.

 

3. Su cosa può vertere una petizione?

Una petizione deve riguardare temi che rientrano nel campo di attività dell'Unione europea, quali ad esempio:

  • i tuoi diritti in quanto cittadino europeo ai sensi dei trattati;
  • questioni ambientali;
  • la tutela dei consumatori;
  • la libera circolazione di persone, merci e servizi;
  • il mercato interno;
  • temi legati all'occupazione e alle politiche sociali;
  • il riconoscimento delle qualifiche professionali;
  • altre questioni correlate all'attuazione del diritto dell'Unione europea.

 

4. Quali sono i requisiti specifici per la mia petizione?

La petizione deve essere esauriente e includere tutti i fatti attinenti alla questione, omettendo tuttavia particolari superflui. Va redatta in maniera chiara e leggibile e può essere corredata di una sintesi. Non deve contenere linguaggio offensivo o osceno.

Per essere dichiarata ricevibile, una petizione deve essere presentata da un cittadino o residente dell'Unione o da una persona giuridica con sede sociale in uno Stato membro, deve vertere su una questione rientrante nei campi di attività dell'Unione europea e riguardare direttamente il firmatario.

Le petizioni scritte in modo illeggibile o poco chiaro saranno dichiarate irricevibili.

Si ricorda inoltre che il Parlamento europeo non può annullare le decisioni adottate dalle autorità competenti degli Stati membri. Il Parlamento europeo non è un organo giudiziario e non ha il potere di condurre indagini giudiziarie, pronunciare sentenze o annullare le decisioni dei tribunali degli Stati membri.

Non vengono prese in considerazione dalla commissione per le petizioni del Parlamento europeo le semplici richieste di informazioni né le osservazioni generali sulla politica dell'Unione europea.

 

5. Dove presentare una denuncia per cattiva amministrazione da parte delle istituzioni dell'UE o delle amministrazioni degli Stati membri?

Il Parlamento europeo non può esaminare le denunce nei confronti delle istituzioni e degli organi dell'UE. A norma dell' articolo 228 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, le denunce riguardanti casi di cattiva amministrazione nell'azione delle istituzioni, degli organi o degli organismi dell'Unione devono essere indirizzate al Mediatore europeo.

È da tenere presente che il Parlamento europeo e il Mediatore europeo non possono esaminare denunce nei confronti di amministrazioni nazionali, regionali o locali degli Stati membri, neanche se le denunce riguardano questioni concernenti l'UE. Molte di queste denunce possono essere indirizzate ai difensori civici nazionali o regionali o alle commissioni per le petizioni dei parlamenti nazionali o regionali. I recapiti di tutti i difensori civici nazionali sono disponibili sul sito web del Mediatore europeo.

 

6. In che lingua scrivere la petizione?

La petizione deve essere scritta in una delle lingue ufficiali dell'Unione europea.

 

7. Come presentare una petizione?

Le petizioni possono essere presentate in due modi:

a. per via elettronica attraverso il Portale delle petizioni:

Se intendi presentare una petizione tramite questo sito web, sei invitato a leggere attentamente le informazioni e istruzioni figuranti nella sezione "Come presentare una petizione nel Portale delle petizioni?", e quindi a compilare il modulo online.

È da tenere presente che le petizioni inviate per fax o posta elettronica o mezzi di comunicazione diversi da quelli indicati non possono essere trattate.

b. per posta al seguente indirizzo:

Parlamento europeo

Presidente della commissione per le petizioni

c/o Segreteria della commissione per le petizioni
Rue Wiertz 60
1047 Bruxelles

BELGIO

Per le petizioni in formato cartaceo non è necessario compilare alcun modulo né seguire un formato standard.

È importante ricordare che la petizione deve:

  • recare il nome, la nazionalità e l'indirizzo di residenza del firmatario (nel caso delle petizioni collettive, deve includere il nome, la nazionalità e l'indirizzo di residenza del rappresentante, o almeno del primo firmatario);
  • essere firmata.

È da tenere presente che le petizioni in forma scritta che non contengono le informazioni di cui sopra e/o non sono firmate non saranno trattate dal Parlamento europeo.

La petizione può contenere allegati, incluse le copie di eventuali documenti giustificativi.

 

 

II. Trattamento e seguito

 

8. Cosa succede alla mia petizione una volta inviata?

Dopo l'invio di una petizione per via elettronica o per posta, questa viene in primo luogo registrata dai servizi del Parlamento europeo, contrassegnata come anonima o riservata se ne fai richiesta e numerata. Riceverai poi un avviso scritto di ricevimento della petizione.

Dopo la registrazione, le petizioni sono trasmesse alla segreteria della commissione per le petizioni del Parlamento europeo per l'esame e la valutazione.

La segreteria potrebbe contattarti per chiedere informazioni aggiuntive utilizzando i recapiti indicati nella petizione. È quindi importante fornire recapiti aggiornati. La segreteria prepara una sintesi della petizione e formula raccomandazioni ai membri della commissione per le petizioni per ulteriori azioni.

La decisione sulla ricevibilità o irricevibilità della petizione è presa dalla commissione per le petizioni del Parlamento europeo. La commissione decide inoltre se inserire la petizione all'ordine del giorno delle riunioni della commissione.

 

9. Quale seguito viene dato a una petizione irricevibile?

Se la petizione non soddisfa i requisiti di ammissibilità (cfr. sezione pertinente Quali sono i requisiti specifici per la mia petizione?), verrà dichiarata irricevibile dalla commissione per le petizioni. Le petizioni dichiarate irricevibili sono archiviate e non viene intrapresa nessuna ulteriore azione al riguardo. La commissione ti invierà una notifica scritta in merito alla sua decisione.

A seconda dell'oggetto della petizione, la commissione per le petizioni può consigliarti di contattare un organismo non UE (ad esempio la Corte europea dei diritti dell'uomo), un'autorità nazionale (ad esempio i difensori civici nazionali o le commissioni per le petizioni nazionali) o un'autorità giudiziaria.

 

10. Quale seguito viene dato a una petizione ricevibile?

Se la petizione soddisfa i requisiti di ammissibilità, verrà dichiarata ricevibile dalla commissione per le petizioni, che valuterà il tipo di azione da intraprendere a norma dell'articolo 216 del regolamento del Parlamento europeo.

A seconda delle circostanze, la commissione per le petizioni può:

  • chiedere alla Commissione europea di effettuare un esame preliminare della petizione e fornire informazioni sulla sua conformità con la pertinente legislazione dell'UE;
  • trasmettere la petizione ad altre commissioni del Parlamento europeo per informazione o per ulteriori azioni (una commissione può, ad esempio, prendere in considerazione una petizione nella sua attività legislativa);
  • in alcuni casi eccezionali, preparare e presentare una relazione completa da sottoporre al voto del Parlamento europeo in Aula o effettuare un sopralluogo informativo nella regione o nel paese interessati ed elaborare una relazione recante osservazioni e raccomandazioni;
  • adottare ogni altra misura ritenuta appropriata per cercare di risolvere la questione o fornire una risposta adeguata alla petizione.

Se i tuoi diritti in quanto cittadino o impresa sono stati violati dalla pubblica amministrazione di un altro Stato membro, la commissione per le petizioni può raccomandarti di contattare SOLVIT, un servizio online fornito dall'amministrazione nazionale di ciascun paese dell'UE. La commissione non trasmette direttamente le petizioni a SOLVIT, in quanto spetta a te decidere se avvalerti o meno di tale opzione.

Qualunque sia la decisione della commissione delle petizioni, ti verrà notificata quanto prima possibile per iscritto.

 

11. Con che frequenza si riunisce la commissione per le petizioni?

Le riunioni della commissione per le petizioni hanno luogo ogni mese, di norma, fatta eccezione per il mese di agosto, durante il quale il Parlamento sospende le sue attività. La commissione è assistita nel suo lavoro da una segreteria permanente che gestisce la procedura delle petizioni, ha un ruolo consultivo e prepara le riunioni della commissione.

Gli ordini del giorno delle riunioni sono pubblicati sul sito web della commissione. Va tenuto presente che non tutte le petizioni vengono discusse in pubblico e inserite negli ordini del giorno.

Le riunioni della commissione per le petizioni sono pubbliche e i firmatari delle petizioni discusse possono essere invitati a parteciparvi.

La commissione per le petizioni attribuisce importanza alla trasparenza delle sue riunioni, che sono trasmesse in web-streaming.

 

12. Quando si archivia una petizione?

Una petizione può essere archiviata in vari stadi della procedura:

a. dopo che la commissione ha preso la decisione sulla ricevibilità;

 b. dopo la discussione nella riunione della commissione; la commissione può decidere dopo l'esame della petizione che il caso è stato sufficientemente dibattuto e studiato;

c. quando la commissione decide che non è possibile intervenire ulteriormente in merito a una petizione, questa viene iscritta per l'archiviazione in un elenco speciale (elenco B) contenuto nell'ordine del giorno della commissione. Tale elenco è considerato approvato al termine della riunione della commissione;

d. dopo il ritiro della petizione da parte del firmatario o l'archiviazione da parte della commissione per mancanza di una risposta del firmatario entro un determinato termine di tempo.

In tutti i casi riceverai comunicazione scritta della decisione e della relativa motivazione nonché, se del caso, le informazioni e la documentazione pertinenti non appena la decisione sarà disponibile.

 

13. Posso impugnare una decisione della commissione per le petizioni?

Il Parlamento europeo non è una corte d'appello e non ha poteri investigativi né sanzionatori. È un'assemblea politica che agisce come facilitatore per i cittadini e può prestare sostegno politico.

Tuttavia, se emergono nuove informazioni a sostegno del caso dei firmatari, questi possono trasmetterle. La commissione può prendere in considerazione la riapertura del caso.

 

14. La mia petizione diventerà pubblica e figurerà sul Portale delle petizioni?

Dopo la presentazione, le petizioni sono registrate e ricevono un numero unico, di cui viene data notifica ai firmatari tramite lettera. Le petizioni vengono riassunte e presentate ai membri della commissione per le petizioni ai fini della decisione sulla ricevibilità e sul seguito da dare. Solo dopo questa decisione le sintesi delle petizioni sono pubblicate sul portale.

Le petizioni presentate al Parlamento europeo diventeranno documenti pubblici.

Le sintesi delle petizioni sono pubblicate in tutte le lingue ufficiali dell'UE sul Portale delle petizioni del Parlamento europeo solo dopo che la commissione per le petizioni ha adottato la decisione sulla ricevibilità. Tali sintesi includono il nome del firmatario (o le iniziali se è stato richiesto un trattamento anonimo), la sua nazionalità, il titolo della petizione e un breve sunto del contenuto. In seguito alla pubblicazione delle sintesi sul Portale delle petizioni del Parlamento europeo, è possibile consultare lo status delle petizioni e sostenere le petizioni online (si prega di consultare la sezione "Come posso sostenere una petizione? Cosa significa?").

È inoltre da tenere presente che il Parlamento europeo si riserva il diritto di non pubblicare né tradurre determinate sintesi delle petizioni, come quelle il cui oggetto non rientra nei settori di attività dell'UE, quelle prive di elementi sostanziali che consentano l'identificazione degli ambiti di attività dell'UE, quelle con considerazioni incoerenti senza alcun chiaro legame con gli ambiti di attività dell'Unione europea o quelle contenenti incitamento all'odio.

 

15. In che modo sarà protetta la mia riservatezza?

Il Parlamento europeo rispetterà la tua riservatezza. Se, come firmatario di una petizione, non desideri che il tuo nome sia divulgato, puoi decidere che la tua petizione sia trattata in forma anonima (cfr. sezione "Petizioni rese anonime – cosa significa?").

Se presenti la petizione per posta, tali richieste devono essere chiaramente ed esplicitamente menzionate nella petizione. Una petizione inviata per posta sarà classificata come anonima, se non farai richiesta affinché sia trattata come pubblica nella sua interezza.

 

16. Petizioni rese anonime – cosa significa?

Una volta registrate, le petizioni diventano documenti pubblici e il Parlamento, per ragioni di trasparenza, può pubblicare il nome del firmatario e il contenuto della petizione. Tuttavia, le petizioni non hanno la stessa finalità, né sono di natura identica. Alcune sono più confidenziali e contengono dati personali e sensibili. Altre fanno riferimento a questioni note o trasversali e possono aver ricevuto numerose firme di sostegno; sono pertanto considerate alla stregua di campagne e sono quindi rese pubbliche.

Al fine di tenere conto delle diverse esigenze, e nella misura in cui ciò sia consentito dal regolamento del Parlamento europeo, è prevista per i firmatari la possibilità di chiedere che la loro identità non sia divulgata. L'Istituzione potrebbe ricevere da un cittadino una richiesta di divulgazione pubblica dei dati personali in questione, in conformità del regolamento (CE) n. 1049/2001. In tal caso, il Parlamento europeo potrebbe essere obbligato a divulgare tali dati personali.

Per ulteriori informazioni, ti invitiamo a consultare il documento "Informativa sul trattamento dei dati personali", accessibile cliccando sul link in fondo alla pagina web. La commissione per le petizioni si riserva il diritto di rendere anonime le petizioni di propria iniziativa, al fine di proteggere la riservatezza o i dati sensibili di terzi ivi menzionati.

 

 

III. Registrazione e presentazione

 

17. Perché ho bisogno di un account come utente? Come faccio a crearne uno?

Per poter presentare e sostenere petizioni, nonché ricevere informazioni in merito, devi prima crearti un account come utente. Clicca su "Avvia una petizione" nella parte superiore della pagina e compila il modulo di registrazione. I campi contrassegnati da un asterisco (*) sono obbligatori. Dopo aver cliccato su "Registrati", riceverai un messaggio di conferma all'indirizzo e-mail da te indicato. Clicca sul link contenuto nell'e-mail; se non dovesse funzionare, copia e incolla il link nella barra degli indirizzi del browser. Ora sei registrato e sei pronto per presentare una petizione. Non dimenticare di fare il log in!

 

18. Come presentare una petizione nel Portale delle petizioni?

Dopo aver effettuato il log in per accedere al tuo account, clicca su "Avvia una petizione" e rispondi alle domande preliminari. Cfr. anche la sezione "Come si scrive una petizione?".

Prima di scrivere la tua petizione, ti consigliamo vivamente di cercare petizioni simili cliccando su "Vedi petizioni".

 

19. Come posso cercare le petizioni esistenti?

La ricerca di petizioni presentate in precedenza può risparmiare tempo e fatica: potrebbe esserci già una petizione che riveste interesse per te e che puoi sostenere. Non è necessario essere registrati o fare il log in per consultare la banca dati delle petizioni.

Vi sono due opzioni di ricerca:

a. Ricerca rapida:

La funzione di ricerca rapida si trova nell'angolo in alto a destra della pagina.

La funzione di ricerca rapida è simile a un motore di ricerca convenzionale e permette di visualizzare un elenco di petizioni in ordine di pertinenza, con la possibilità di cercare parti di testo presenti nel titolo o nella sintesi di una petizione. Per cercare una determinata espressione, usa "&" come connettore tra le parole cercate, ad esempio scrivi "censura&artistica" per cercare l'espressione "censura artistica".

b. Ricerca avanzata

La ricerca avanzata produrrà risultati più mirati rispetto alla ricerca rapida, in quanto è personalizzabile.

Per accedere al modulo di ricerca, cliccare su "Vedi petizioni".

Devi selezionare almeno uno dei parametri per visualizzare risultati, compilando i campi e/o utilizzando il menu a tendina a disposizione. Puoi effettuare una ricerca per parola chiave, in base all'anno, in base allo status e/o in base al paese cui si riferisce la petizione. Seleziona uno o più parametri e clicca su "Cerca". I risultati saranno presentati in ordine di pertinenza e vi figureranno le petizioni che sono già state pubblicate, ovvero quelle per le quali sia stata già adottata una decisione riguardo alla ricevibilità.

È possibile effettuare ricerche combinate selezionando più di un parametro. Puoi anche selezionare più di un valore per lo stesso parametro di ricerca, tenendo premuto il tasto Ctrl mentre clicchi per selezionare; cfr. ad esempio il parametro "status" qui di seguito.

Nel campo "Parola chiave" è possibile inserire parole in tutte le 24 lingue ufficiali dell'UE. I risultati ottenuti conterranno la parola in questione nel titolo o nella sintesi della petizione. I connettivi logici, quali E, O e *, non sono disponibili, né è possibile cercare un'espressione specifica utilizzando le virgolette ("_"). Se vuoi effettuare la ricerca in base al numero della petizione, inserisci il numero nel formato "NNNN/AAAA", ad esempio "2728/2013", senza spazi.

Le ricerche fatte utilizzando il campo "anno" produrranno risultati in base all'anno in cui una certa petizione è stata presentata e quindi registrata. Puoi anche effettuare selezioni multiple tenendo premuto il tasto Ctrl mentre clicchi per selezionare.

Il campo "Status" prevede solo due opzioni: ricevibile o irricevibile. Selezionando l'opzione "Ricevibile", saranno visualizzate le petizioni ancora aperte, PIÙ le petizioni che sono state archiviate, PIÙ le petizioni alle quali sia stato consentito o non consentito il sostegno. Selezionando l'opzione "Non ricevibile", saranno visualizzate invece tutte le petizioni dichiarate irricevibili dalla commissione per le petizioni, sia in base al merito che per carenze procedurali.

La ricerca mediante la funzione "Seleziona il paese cui si riferisce la petizione" permette di cercare petizioni relative a uno o più paesi specifici. È importante tenere presente che selezionare "Unione europea" non significa effettuare una ricerca riferita a tutti gli Stati membri dell'UE; per fare ciò, occorre selezionare tutti gli Stati membri dell'UE (selezione multipla con l'aiuto del tasto Ctrl). Selezionando "Unione europea", saranno visualizzate le petizioni che non si riferiscono a un paese specifico, ma che piuttosto esprimono pareri o richieste applicabili all'UE in generale.

È importante notare che le petizioni vengono progressivamente caricate in seguito alla decisione in merito alla loro ricevibilità da parte della commissione per le petizioni.

 

20. È possibile vedere i testi originali delle petizioni?

I testi originali delle petizioni non sono pubblicati, né tradotti; sono disponibili al pubblico soltanto le sintesi delle petizioni.

 

21. Vedo che la mia petizione è stata sintetizzata. Come è stata prodotta tale sintesi?

Dopo la presentazione e la registrazione, la segreteria della commissione per le petizioni procede a effettuare una sintesi delle petizioni, al fine di presentarle ai membri della commissione per le petizioni in vista di una decisione in merito alla ricevibilità e al seguito da dare.

 

22. Perché le petizioni non sempre figurano nel Portale delle petizioni?

Le petizioni non ancora trattate e, non approvate non figureranno tra i risultati delle ricerche. Per "approvazione" si intende che è stata adottata una decisione in merito alla loro ricevibilità.

Alcune petizioni presentate nel 2014-2016 non sono rese pubbliche poiché, al momento della loro presentazione, erano in vigore norme diverse in materia di riservatezza.

 

23. Come si scrive una petizione?

Dopo aver effettuato il log in, clicca su "Avvia una petizione" e rispondi alle domande preliminari della fase 1. Se fornirai risposte valide arriverai alla fase 2, ovvero alla compilazione del modulo per la presentazione di una nuova petizione. Tutte le informazioni pertinenti alla tua petizione devono essere inserite in questo modulo.

Tieni presente che tutti i campi sono obbligatori. Scrivi la tua petizione nella casella "Testo". La lunghezza massima del testo è di 32 000 caratteri. Non saranno prese in considerazione petizioni contenenti oscenità o discorsi di incitamento all'odio.

Al momento nella casella "Testo" è possibile inserire solo testo in chiaro, per cui il testo può perdere la formattazione. Il nostro personale sta lavorando a una soluzione che permetta di inserire in questo campo anche testo con formati speciali. In alternativa, ti consigliamo di presentare il testo della petizione come allegato.

Le bozze salvate non sono considerate petizioni; rimarranno nel tuo account fino al momento in cui deciderai di presentarle o di cancellarle, e non saranno trattate a meno che non siano state presentate (cfr. anche "Come faccio a presentare una petizione, dopo averla scritta?").

 

24. Quanto tempo ho a disposizione per presentare la mia petizione?

Il sistema lascia tempo a sufficienza per elaborare una petizione. Occorre tuttavia tenere a mente che, dopo 30 minuti di inattività, la pagina non sarà più attiva e l'eventuale testo non salvato andrà perso. Per evitare che ciò accada, ti consigliamo di cliccare regolarmente su "Salva la bozza e chiudi", per poi tornare alla videata di scrittura. In alternativa, puoi elaborare il testo della petizione separatamente e quindi copiarlo e incollarlo nel campo di testo.

 

25. Allegati: quali tipi di file sono consentiti? Vi sono limiti di dimensioni?

Puoi aggiungere alla tua petizione documenti supplementari come allegati. Ti preghiamo di assicurarti che il file sia esente da virus prima di caricarlo, dato che qualsiasi file caricato giudicato sospetto dal nostro sistema di scansione antivirus non sarà accettato. Le dimensioni massime complessive per tutti gli allegati sono di 200 MB e di 10 MB per un singolo allegato. I tipi di file consentiti sono i documenti Office (doc, docx, odt, xls, xlsx, ppt, pptx, pdf), i file di immagine (png, jpg, jpeg), i documenti browser (html) e i file media (mp3, mpeg, mp4).

 

26. Come faccio a presentare una petizione, dopo averla scritta?

Quando hai finito di scrivere la petizione, hai due possibilità. Puoi lasciarla sotto forma di bozza nel tuo account: dopo aver cliccato su "Salva la bozza e chiudi", apparirà un elenco delle tue petizioni in bozza. Per accedere a una bozza, clicca su "Visualizza dettagli" sotto di essa; apparirà un'anteprima.

Le bozze salvate non sono considerate petizioni; rimarranno nel tuo account fino al momento in cui deciderai di presentarle o di cancellarle e non saranno trattate.

Ora hai due possibilità: se desideri apportare modifiche alla bozza, clicca su "Modifica" nell'elenco delle bozze ed effettua i cambiamenti necessari. Non dimenticare di cliccare su "Salva la bozza e chiudi" in fondo alla schermata di modifica. In alternativa, puoi presentare la petizione, cliccando su "Vai alla fase 3" e successivamente su "Avvia la petizione". Riceverai quindi, all'indirizzo e-mail da te indicato, un messaggio di conferma dell'avvenuta presentazione della petizione.

 

27. È possibile aggiungere altri allegati dopo aver presentato una petizione?

È possibile aggiungere ulteriori allegati in una fase successiva alla presentazione della petizione. Non devi fare altro che accedere al tuo account, cliccare sulla petizione presentata e aggiungere altri allegati. Puoi verificare il caricamento controllando la pagina della petizione (home page — > Seleziona petizione dall'elenco — > Visualizza), in cui figurano tutti i documenti caricati. Puoi caricare ulteriori documenti, ma non potrai vedere il loro contenuto, né potrai cancellarli dopo che il caricamento sarà stato completato.

 

28. Posso ritirare la petizione dopo averla presentata?

Puoi ritirare la petizione in qualsiasi momento, sia prima che dopo l'adozione di una decisione da parte della commissione per le petizioni in merito alla sua ricevibilità. Una petizione che è stata ritirata non riceverà nessun ulteriore trattamento e non figurerà, o sarà soppressa, nel Portale delle petizioni.

È importante notare che, nel caso in cui siano presentati e successivamente ritirati vari testi simili di una petizione, sarà preso in considerazione soltanto l'ultimo testo presentato. Non sarà richiesta nessuna conferma nel caso in cui siano ritirate soltanto alcune parti di una petizione, e non l'intera petizione.

 

29. Come posso sostenere una petizione? Cosa significa?

Nell'elenco prodotto dalla ricerca di una petizione, clicca su "Visualizza" per visualizzare la sintesi di una petizione che ti interessa. Se sei d'accordo con una petizione, puoi sostenerla cliccando su "Sostieni la petizione" in fondo alla pagina.

Sostenendo una petizione, non acquisirai lo status di firmatario; avrai tuttavia il diritto di ricevere le notifiche in merito agli eventuali sviluppi riguardanti la petizione. La commissione per le petizioni del Parlamento europeo esaminerà tutte le petizioni presentate, conformemente alle proprie norme e alle prescrizioni dei trattati. La commissione baserà le proprie osservazioni e decisioni unicamente sul merito del contenuto della petizione, indipendentemente dal numero di firmatari o di sostenitori.

La possibilità di sostenere una petizione è disponibile soltanto dopo che la petizione è stata pubblicata nel Portale delle petizioni e fino a quando la petizione non è archiviata. Il numero di sostenitori compare sia nei risultati di ricerca, sotto il titolo della petizione, sia nel file PDF a parte, nel quale figurano i dettagli della petizione. Nei risultati della ricerca, accanto al termine per sostenere la petizione, compare un nastrino per indicare le petizioni che hanno il maggior numero di sostenitori. Per ragioni di protezione dei dati di terzi, è visibile soltanto il numero dei sostenitori di una petizione (sia nei risultati della ricerca che nel file PDF).

Puoi dare il tuo sostegno alla petizione e in seguito ritirare tale sostegno, fintantoché la petizione rimane aperta. Tuttavia, è possibile dare il sostegno e ritirarlo solo una volta: se ritiri il tuo sostegno a una petizione, non potrai tornare a sostenerla.

 

30. Come posso vedere chi ha sostenuto la mia petizione?

I firmatari possono vedere quante persone hanno sostenuto le loro petizioni; per prima cosa occorre cercare la petizione nel portale (cliccando su "Vedi petizioni"). Dopo aver trovato la propria petizione e cliccato su "Visualizza", occorre cliccare sul link "Stampa PDF" in fondo alla pagina, proprio sotto alla sintesi della petizione. Vi comparirà il numero di sostenitori.

Per ragioni di protezione dei dati, i nomi e gli altri dati personali dei sostenitori non sono resi pubblici. Per ulteriori informazioni si prega di contattare l'indirizzo peti-secretariat@europarl.europa.eu.

 

31. Perché non posso sostenere tutte le petizioni?

È possibile sostenere soltanto le petizioni considerate ricevibili dalla commissione per le petizioni, contrassegnate con lo status "Sostegno consentito". Le petizioni irricevibili e quelle archiviate non possono essere sostenute.

 

32. Tutte le petizioni sono discusse nelle riunioni della commissione per le petizioni?

La segreteria riceve ogni anno un gran numero di petizioni, la maggior parte delle quali vengono trattate mediante una procedura scritta. Le petizioni da sottoporre a discussione durante le riunioni di commissione sono selezionate sulla base delle proposte dei gruppi politici o della segreteria, principalmente per il fatto che rivestono un interesse generale oppure perché la pubblicità sull'argomento trattato contribuirà alla risoluzione dei problemi.

 

33. Cosa devo fare affinché il mio nome e la mia petizione figurino nel portale?

Devi sincerarti di spuntare l'opzione "Acconsento alla pubblicazione del mio nome da parte del Parlamento europeo per motivi di trasparenza" nella sezione "Opzioni sulla riservatezza" che appare nel modulo di presentazione della petizione. Ti preghiamo di leggere attentamente le informazioni collegate a tale opzione. Le petizioni presentate con questa opzione possono anche essere esaminate nell'ambito di una riunione pubblica della commissione per le petizioni.

Se hai selezionato qualsiasi altra opzione e desideri cambiare idea, ti preghiamo di contattarci inviando la tua richiesta all'indirizzo peti-secretariat@europarl.europa.eu. Tuttavia, una volta che sia stata assunta una decisione in merito alla ricevibilità, non sarà più possibile tornare all'anonimato. Il Parlamento europeo farà tutto il possibile per ritirare qualsiasi informazione non anonimizzata a partire dalla data della richiesta, ma declina ogni responsabilità in caso di ulteriore pubblicazione delle informazioni riguardanti il firmatario da parte di terzi.

 

34. Cosa devo fare affinché la mia petizione figuri nel portale, senza menzionare il mio nome?

Devi sincerarti di spuntare l'opzione "Desidero mantenere l'anonimato" nella sezione "Opzioni sulla riservatezza" che appare nel modulo di presentazione della petizione. Ti preghiamo di leggere attentamente le informazioni collegate a tale opzione.

Le sintesi di queste petizioni sono pubblicate con le iniziali del firmatario. Le petizioni presentate con questa opzione possono anche essere esaminate nell'ambito di una riunione pubblica della commissione per le petizioni, ma il nome del firmatario non sarà reso noto durante la riunione e nemmeno nella relativa documentazione.

 

35. Quali sono i requisiti per la password?

La password deve contenere almeno 6 caratteri. Per motivi di sicurezza, non sono ammessi caratteri speciali.

 

36. Ho dimenticato la mia password. Cosa devo fare?

Se hai dimenticato la password, clicca su "Hai dimenticato la password?" e rispondi alle domande di sicurezza. Ti verrà inviata via e-mail una nuova password.

Se hai dimenticato la password e non ricordi la risposta alla domanda di sicurezza, invia una e-mail a: peti-secretariat@europarl.europa.eu chiedendo assistenza, specificando il tuo nome e cognome, il tuo indirizzo e-mail, il browser utilizzato e l'ora esatta in cui hai tentato di registrarti o di fare il log in.

 

37. Come posso mettermi in contatto con la commissione per le petizioni in caso di domande relative alla mia petizione?

Purtroppo non siamo in grado di rispondere telefonicamente alle domande. Possiamo solo rispondere a domande formulate per iscritto. È possibile contattare la segreteria della commissione per le petizioni via e-mail all'indirizzo peti-secretariat@europarl.europa.eu oppure via fax al numero + 32 2 2846844.

 

 
Share
  • URL